FMI, la crescita nel 2013 è in calo

Il Fondo monetario internazionale ha detto che continua ad aspettarsi, anche per questo 2013, una modesta ripresa della crescita globale, con meno rischi di errori di politica e più bassi livelli di stress finanziario. La crescita non tornerà ai livelli pre-crisi nei prossimi anni. Nel complesso, il fondo prevede una crescita globale del 3,5 per cento nel 2013 e del 4,1 per cento nel 2014, mentre la crescita è stata pari al 3,2 per cento nel corso del 2012. Negli anni immediatamente precedenti la crisi mondiale, la crescita economica è stata variabile tra il 4,5 al 5,5 per cento.

Se invece i rischi fossero tenuti sotto controllo, allora la crescita globale potrebbe essere più forte del previsto. I rischi al ribasso rimangono in ogni caso significativi anche a causa di battute d'arresto nella zona euro e rischi di un eccessivo consolidamento fiscale a breve termine negli Stati Uniti. L'azione politica deve urgentemente affrontare questi rischi.

 

Il Fondo monetario internazionale ha inoltre osservato che gli stress finanziari e il rischio di uno shock politico in Europa e negli Stati Uniti è diminuito. Nell'aria c'è un cauto ottimismo. In parte giustificato, anche se c'è ancora una montagna da scalare.

 

Il fondo ha detto di aver declassato la stima di crescita in Europa a partire da ottobre, nonostante il progresso della compensazione nazionale e il rafforzamento a livello di Unione europea della risposta politica alla crisi dell'area dell'euro.

 

La competitività delle imprese e delle esportazioni è migliorata di recente, ma i tassi di interesse ancora elevati, la pressione ai tagli di bilancio e l'incertezza ha continuato a deprimere la crescita. La crescita lenta nelle economie avanzate, tra cui Stati Uniti, Germania e Giappone, continuerà ancora a pesare sulla crescita nelle economie emergenti.

 

Come detto, si prevede una crescita globale di appena il 2,4 per cento nel corso del 2013.

Altre News Correlate

Finanziamenti agevolati per le imprese verdi

Le imprese e gli enti pubblici potranno contare su un ...

1 famiglia su 4 non riesce a pagare le rate del mutuo

La situazione italiana è sempre più complessa quando si parla ...

Eurozona in recessione, la prima volta dal 2009

I 17 paesi membri della zona euro sono caduti in ...

Mutui a tasso fisso e tasso variabile: le differenze

Accendere un mutuo significa contrarre un prestito e dover pagare ...

Italia, scendono i prezzi di benzina e gasolio

Il problema del costo della benzina è sicuramente uno dei ...

Mutui in Liguria, scendono le richieste

I mutui in Liguria scendono nel numero di richieste, oltre ...

Cerca Finanziamenti

Cesena, Via Dismano, 4864, 47522 Tel: 0547313019
Borgomasino, 1, Piazza Vittorio Emanuele, 10031 Tel: 0125770193
Chiopris, 10, Via Nazario Sauro, 33048 Tel: 0432991288
Potenza, Via Edilizia, 13, 85100 Tel: 097155441