Regno Unito, good bye “AAA”

Una delle notizie che ha sconvolto il mondo economico la scorsa settimana è stata la perdita, per la prima volta nella sua storia, della tripla “A” da parte del Regno Unito. Il Cancelliere britannico, George Osborne, ha da tempo sottolineato il fatto che le varie agenzie di rating hanno mantenuto la massima valutazione per l'economia britannica grazie all'approvazione del suo programma di austerità. Tutto è cambiato nella serata di venerdì, quando Moody ha ridotto il merito creditizio del paese, come detto, per la prima volta da quando ha iniziato le sue valutazioni, nel 1978.

L'agenzia ha detto che la ripresa economica della Gran Bretagna si sta dimostrando più lenta di quanto accaduto in passato con le recessioni degli anni '80 e '90 e che le proiezioni del gettito fiscale sono troppo ottimiste. E' quasi certo che la Gran Bretagna dovrebbe impiegare almeno 10 anni per recuperare il suo status di nazione AAA e tornare al fianco dei paesi che ancora oggi mantengono tale rating, ovvero Canada e Germania. Il Canada, ad esempio, ha perso il rating “AAA” da parte di Standard & Poor e di Moody nel 1992 ed è tornata al massimo solo nel 2002. lo stesso dicasi dell'Australia, che però ha impiegato ben 17 anni, dal 1986 al 2003.

 

Il downgrade arriva in un momento difficile per Osborne, dato che egli si trova a dover mettere a punto i dettagli del bilancio del prossimo mese e si prepara per l'arrivo del nuovo governatore della Banca d'Inghilterra, Mark Carney, questa estate. Perdere il massimo rating è un duro colpo per quella che è considerata una delle più prestigiose economie al mondo. Da un punto di vista delle valute, la sterlina dovrebbe indebolirsi nei confronti del dollaro e dell'euro nel corso delle prossime giornate, dunque tutti coloro che vogliono investire devono considerare questo punto.

Altre News Correlate

Moto nuova o usata, il 3% degli italiani la acquista a rate

I prestiti moto sono soluzioni che vengono prese in maggior ...

La BCE in un angolo?

La situazione della BCE è come quella di un boxer ...

Mario Draghi spinge verso un supervisore bancario

Il presidente della Bce, Mario Draghi, ha detto che è ...

In calo i prestiti alle famiglie e alle imprese

Secondo gli studi che ha compiuto la Banca d'Italia, le ...

Prestiti, ecco le ultime tendenze

Molto sta cambiando nel mondo dei prestiti da qualche tempo ...

L'Europa rischia la depressione

Uno dei maggiori gestori patrimoniali del Regno Unito ha messo ...

Cerca Finanziamenti

Nepezzano, 11, Via Crocetti Guerrieri, 64100 Tel: 0861558101
Monte Porzio, 69/Bis, Via Barberini, 61040 Tel: 0721955865
Catania, Via Imbriani, 66/68/70, 95128 Tel: 0958739181
Bergamo, Via Corridoni Filippo, 53, 24124 Tel: 035340039