Cipro, ecco da dove nasce la crisi

Anche se Cipro è arrivata sulle prime pagine dei giornali solo durante l'ultimo mese, la crisi deriva da anni di problemi. Athanasios Orphanides è stato governatore della Banca centrale di Cipro dal 2007 al 2012. In un'intervista con “The Economist”, Orphanides ha dato le sue opinioni in merito al come la crisi è nata: l'esposizione alla Grecia e la crisi finanziaria globale, le decisioni del precedente governo comunista, oltre che le decisioni viziate dai governi europei hanno portato Cipro sull'orlo del baratro.

Cipro è entrata nell'UE nel 2004 e subito ha voluto fare in modo di riunirsi il più rapidamente possibile con il cuore dell'Europa. L'ingresso in euro è stato deciso perché si pensava che la cosa sarebbe stata vantaggiosa per motivi politici, non per ragioni economiche. L'isola ha sviluppato la sua piazza finanziaria oltre tre decenni fa, tramite degli accordi sulla doppia imposizione con un certo numero di paesi, tra cui l'Unione Sovietica. Ciò significa che se i profitti sono realizzati e tassati a Cipro, non vengono tassati di nuovo nel paese di origine. Ecco che i russi depositano i loro soldi a Cipro perché l'isola ha delle percentuali di tasse molto basse.

 

Inoltre, Cipro ha un sistema giuridico basato sul diritto inglese e segue le regole contabili inglesi. Partendo da questo presupposto, la crisi finanziaria globale e l'esposizione al debito della Grecia hanno reso Cipro vulnerabile.

 

Due mesi dopo che Cipro è entrata nell'area dell'euro (gennaio 2008), ci sono state le elezioni presidenziali e il popolo cipriota ha eletto il presidente comunista Demetris Christofias. Il governo ha preso un paese con ottime finanze e con un avanzo nei conti, oltre che con un sistema bancario in ottima salute e ha creato delle spese eccessive, non solo a causa della spesa pubblica improduttiva, ma anche perché ha alzato le garanzie della pensione. Tutto questo ha portato alla crisi cipriota, che stiamo vivendo in pieno solo oggi.

Altre News Correlate

L'UE dà a Spagna e Francia più tempo per risolvere la crisi

La Commissione europea proporrà di dare alla Spagna, alla Francia ...

Mario Draghi spinge verso un supervisore bancario

Il presidente della Bce, Mario Draghi, ha detto che è ...

FMI: l'Italia a rischio di una stretta creditizia

Secondo il Fondo Monetario Internazionale il rischio per il nostro ...

In calo i prestiti alle famiglie e alle imprese

Secondo gli studi che ha compiuto la Banca d'Italia, le ...

Mutui casa, è lo spread il problema

I mutui casa sono uno dei principali problemi legati alla ...

In calo le concessioni di prestiti personali per Febbraio 2012

Le concessioni di prestiti personali stanno subendo una stretta da ...

Cerca Finanziamenti

Santa Croce Sull'Arno, Via Del Vino, 30, 56029 Tel: 057137559
Sant'Egidio Alla Vibrata, 78, Viale Kennedy, 64016 Tel: 0861841390
Chieti, 433, Via Tiburtina, 66100 Tel: 0871684134
Capriata D'Orba, 2, Via San Giovanni, 15060 Tel: 014346124