Scendono le richieste di prestiti e di prestiti online

In calo le richieste di prestiti da parte dei nostri connazionali. L'osservatorio Findomestic ha messo in evidenza come, su un campione di intervistati, solo il 36% ha mantenuto un atteggiamento pre crisi nei confronti dei prestiti personali. Addirittura il 33% degli intervistati ha ammesso di chiedere meno soldi in prestito, anche per pagare delle rate di importo più basso. Solo il 7% ha invece ammesso di essere in controtendenza, chiedendo degli importi più elevati.

Quali sono le motivazioni che spingono gli italiani ad essere meno attratti dai prestiti? Il motivo principale (32% degli intervistati) è dovuto ai costi dei prestiti stessi, definiti troppo alti. In questo caso, i principali imputati, sono dunque i tassi di interesse. Il 24% delle persone afferma di non provare neanche a richiedere prestiti personali, dato che pensa sia troppo difficile poterli ottenere con successo. Il 19% afferma di non chiedere prestiti semplicemente perché non ne ha bisogno, mentre il 5% afferma di avere problemi con prestiti personali accesi in precedenza, dunque trova difficile potersi indebitare ulteriormente.

 

Meglio i prestiti o i prestiti on line? La maggior parte delle persone sembra avere poca fiducia verso i prestiti on line. Il 9% delle richieste viene fatto direttamente su internet, mentre addirittura per oltre il 40% delle volte ci si rivolge ad istituti di credito tradizionali, tra banche e società finanziarie. Se si considera che uno dei vantaggio dei prestiti richiesti via internet sia proprio la possibilità di risparmiare denaro, sembra un dato decisamente contro tendenza.

 

La crisi, in ogni caso, si fa sentire notevolmente, soprattutto quando si parla di prestiti e di mutui casa. Gli italiani tendono, in generale, ad indebitarsi di meno, sia per paura di non poter rimborsare le rate, sia anche per un problema di disoccupazione, che fino ad ora si rivela essere decisamente ostico per la ripresa economica.

Altre News Correlate

Aumentano le richieste di prestiti per auto usate

Acquistare un'auto è sempre stata una delle finalità più gettonate dagli ...

Cosa sarebbe successo se il Regno Unito fosse entrato in zona euro

Dieci anni fa Gordon Brown disse di no all’adesione del ...

In Italia le tasse aumentano fino a 726 euro all'anno

Il peso delle tasse rischia di mettere in ginocchio il ...

BCE, è arrivata al massimo del suo potere?

Sappiamo che la zona euro è in forte crisi e ...

In calo le richieste di prestiti personali a Febbraio 2012

Secondo una ricerca compiuta del Crif, emerge che nel nostro ...

L'Europa rischia la depressione

Uno dei maggiori gestori patrimoniali del Regno Unito ha messo ...

Cerca Finanziamenti

Sennori, 28, Viale Italia, 07036 Tel: 079360315
Varigotti, Via Degli Ulivi, 10, 17024 Tel: 0196988050
Parma, Via Paganini, 7, 43121 Tel: 3495901235
Accettura, Piazza Del Popolo, 1, 75011 Tel: 0835675837