Scendono le richieste di prestiti e di prestiti online

In calo le richieste di prestiti da parte dei nostri connazionali. L'osservatorio Findomestic ha messo in evidenza come, su un campione di intervistati, solo il 36% ha mantenuto un atteggiamento pre crisi nei confronti dei prestiti personali. Addirittura il 33% degli intervistati ha ammesso di chiedere meno soldi in prestito, anche per pagare delle rate di importo più basso. Solo il 7% ha invece ammesso di essere in controtendenza, chiedendo degli importi più elevati.

Quali sono le motivazioni che spingono gli italiani ad essere meno attratti dai prestiti? Il motivo principale (32% degli intervistati) è dovuto ai costi dei prestiti stessi, definiti troppo alti. In questo caso, i principali imputati, sono dunque i tassi di interesse. Il 24% delle persone afferma di non provare neanche a richiedere prestiti personali, dato che pensa sia troppo difficile poterli ottenere con successo. Il 19% afferma di non chiedere prestiti semplicemente perché non ne ha bisogno, mentre il 5% afferma di avere problemi con prestiti personali accesi in precedenza, dunque trova difficile potersi indebitare ulteriormente.

 

Meglio i prestiti o i prestiti on line? La maggior parte delle persone sembra avere poca fiducia verso i prestiti on line. Il 9% delle richieste viene fatto direttamente su internet, mentre addirittura per oltre il 40% delle volte ci si rivolge ad istituti di credito tradizionali, tra banche e società finanziarie. Se si considera che uno dei vantaggio dei prestiti richiesti via internet sia proprio la possibilità di risparmiare denaro, sembra un dato decisamente contro tendenza.

 

La crisi, in ogni caso, si fa sentire notevolmente, soprattutto quando si parla di prestiti e di mutui casa. Gli italiani tendono, in generale, ad indebitarsi di meno, sia per paura di non poter rimborsare le rate, sia anche per un problema di disoccupazione, che fino ad ora si rivela essere decisamente ostico per la ripresa economica.

Altre News Correlate

L'UE dà a Spagna e Francia più tempo per risolvere la crisi

La Commissione europea proporrà di dare alla Spagna, alla Francia ...

Crescita dei prestiti online

La richiesta di prestiti direttamente su internet sta vivendo un momento di ...

Italia, la disoccupazione è il primo problema

La disoccupazione è uno dei maggiori problemi che occorre risolvere ...

Grecia, il "dietro le quinte" del problema

La Grecia sta attraversando un periodo senza precedenti, con ...

BCE, è arrivata al massimo del suo potere?

Sappiamo che la zona euro è in forte crisi e ...

In calo i prestiti alle famiglie e alle imprese

Secondo gli studi che ha compiuto la Banca d'Italia, le ...

Cerca Finanziamenti

Atessa, Contrada Saletti, 1, 66041 Tel: 0872888581
Taglio Di Po, Piazza S. Luigi, 2, 45019 Tel: 042688003
Canischio, 7/Bis, Frazione Mezzavilla, 10080 Tel: 0124698334
Siracusa, Viale Scala Greca, 324, 96100 Tel: 0931492387