Coldiretti: il costo della benzina è troppo alto

Secondo delle considerazioni che arrivano direttamente da Coldiretti, che ha analizzato i dati Istat in merito agli incrementi dei prezzi che gli italiani hanno dovuto subire nel corso degli ultimi mesi, si nota come nel nostro paese il costo della benzina è quello che ha avuto il rincaro maggiore nel corso dell'ultimo anno. Da settembre 2011 fino a settembre 2012, infatti, il costo dei carburanti è saliti di oltre il 20%. Un aumento decisamente “spaventoso”, che costringe i nostri connazionali a stringere la cinghia sempre di più, considerando anche la sempre maggiore crisi in termini di posti di lavoro e di disoccupazione.

Il costo della benzina è aumentato più di quello dei vegetali freschi (che si sono “fermati” ad un incremento del 10% circa), della frutta fresca (incremento di circa il 6,5%) e della carne (a seconda della tipologia di carne si varia da un incremento del 2,2% per il pollame e del 2,7% per la carne bovina).

 

La cosa che tartassa di più gli italiani è proprio la spesa per il settore energetiche. Oltre al già citato incremento del costo dei carburanti (più contenuto quello del gasolio rispetto a quello della benzina) sale anche il costo del gas naturale, che fa segnare un + 13,2%. A causa degli aumenti, oggi un litro di benzina costa di più di un chilo di pesche, di un chilo di pasta e di un litro di latte.

 

Secondo Coldiretti, che ha criticato notevolmente questi dati, si tratta di numeri che sono assolutamente da correggere e che rischiano di mettere a serio rischio la ripresa economica del nostro paese.

 

Proprio la ripresa economica è fondamentale per poter garantire competitività e l'uscita dalla crisi. Si spera che nel corso delle prossime settimane e dei prossimi mesi la situazione migliorerà, anche se proprio nelle ultime ore c'è stata la notizia di un nuovo incremento nel costo delle bollette.

Altre News Correlate

Prestiti, ecco le ultime tendenze

Molto sta cambiando nel mondo dei prestiti da qualche tempo ...

Mutui a tasso fisso e tasso variabile: le differenze

Accendere un mutuo significa contrarre un prestito e dover pagare ...

Prestiti liberalizzazioni governo Monti

Diversi settori dell'economia italiana sono stati oggetto di discussione in ...

Regno Unito, good bye “AAA”

Una delle notizie che ha sconvolto il mondo economico la ...

Mutui casa, in calo le richieste

Calano le richieste di mutui casa. E' questo il risultato ...

Cerca Finanziamenti

Bologna, Strada Maggiore, 47, 40125 Tel: 051306370
Capena, Via Roma, 00060 Tel: 069074171
Torrita Tiberina, Piazza Della Repubblica, 3, 00060 Tel: 076530339
Pesaro, Viale Mosca, 25, 61121 Tel: 0721401518