Italia: l'Irpef scende, ma non è tutto oro ciò che luccica

In Italia si vedrà, a partire dal 1° gennaio del prossimo anno, il tanto atteso taglio dell'IRPEF, la tassa sulle persone fisiche, che sarà diminuita, per le aliquote più basse, di un punto percentuale. Peccato che al taglio delle tasse corrisponda anche un taglio delle spese che, come sempre, andrà ad influire negativamente sulle tasche degli italiani.

I nostri connazionali, infatti, avranno a disposizione meno possibilità di detrarre alcuni costi che, alla fine dei conti, faranno salire la base imponibile per le famiglie con i redditi tra 20.000 e 25.000 euro, portando di fatto ad un “costo di tasse” più alto rispetto agli anni passati.

Secondo il ministro Grilli si tratta in ogni caso di una situazione difficile, dato che ad un taglio delle tasse deve corrispondere anche un taglio della spesa.

 

L'Italia sta seguendo la strada del risanamento e questo taglio dell'Irpef ne è la prova, anche se molto bisogna ancora fase in termini del Ddl di Stabilità, che va a penalizzare le famiglie con i redditi più bassi.

 

Il responsabile economico del Pd, Stefano Fassina, va già duro sulle misure riguardanti l'Irpef. Secondo lui, servono delle modifiche importanti in Parlamento, dato che l'aumento dell'Iva e la riduzione delle prime due aliquote dell'Irpef (ovvero quella del 23% che passa al 22% e quella del 27% che passa al 26%) e controproducente per i redditi più bassi, ossia coloro che hanno dei redditi inferiori al minimo imponibile, come ad esempio i disoccupati, i pensionati con il minimo, ecc, che si ritroveranno a pagare, sui loro acquisti finali, un'IVA maggiore mentre non riusciranno ad avere nessun minor costo dall'Irpef.

 

Lo stesso dicasi per coloro che hanno dei redditi inferiori ai 30.000 euro in un anno: il minor costo dell'Irpef non va a coprire l'aumento del costo dell'IVA. C'è qualche cosa che bisogna correggere.

Altre News Correlate

Mutui casa, la situazione nel 2013

I mutui casa sono una delle spese maggiori che un ...

Arriva la Misura Salva Mutui

La crisi economica rende difficile per tante persone e per ...

1 famiglia su 4 non riesce a pagare le rate del mutuo

La situazione italiana è sempre più complessa quando si parla ...

L'UE dà a Spagna e Francia più tempo per risolvere la crisi

La Commissione europea proporrà di dare alla Spagna, alla Francia ...

L'Europa rischia la depressione

Uno dei maggiori gestori patrimoniali del Regno Unito ha messo ...

La BCE compie 15 anni

La BCE fa 15 anni ed esattamente come i teenager, ...

Cerca Finanziamenti

Bocca Di Magra, 3, Via Don Celsi, 19030 Tel: 018765466
Potenza, Via Giovanni Xxiii, 3, 85100 Tel: 097151461
Filetto, Snc, Via Giuseppe Di Tullio, 66030 Tel: 0871891192
Acquanegra Sul Chiese, 1, Piazza Marconi, 46011 Tel: 0376727292