Italia, scendono i prezzi di benzina e gasolio

Il problema del costo della benzina è sicuramente uno dei più sentiti. In Italia, poi, il costo del carburante è decisamente elevato, di più rispetto ad altri paesi europei. Sono diverse le tasse e i balzelli che vanno ad aumentare il prezzo finale che il consumatore paga per fare il pieno alla sua auto.

Dopo giorni e giorni di brutte notizie (ovvero di aumenti) finalmente arriva una bella notizia. Poche ore fa, infatti, le principali compagnie petrolifere hanno deciso di abbassare i prezzi della benzina di qualche centesimo di euro, giusto per far tirare un po' il fiato agli italiani. Nello specifico, ecco che cosa ci attende al distributore:

  • Eni ha abbassato di 2 centesimi al litro il costo della benzina e di 1,5 quello del diesel

  • Esso ha abbassato di 1 centesimo al litro sia il costo della benzina che quello del diesel

  • Shell e Tamoil hanno abbassato di un centesimo al litro il costo della benzina, lasciando inalterato quello del gasolio

  • IP ha abbassato la benzina di 1,5 centesimi al litro, mentre il diesel di 1 centesimo al litro

  • Q8 ha abbassato il costo della benzina di 0,5 centesimi al litro

 

Si tratta di decrementi minimi, che comunque ci fanno un po' sperare per il futuro. Nel frattempo, nel nord Italia, i benzinai si lamentano della disparità di situazione tra Italia e Svizzera.

 

Chi ha la fortuna di poter andare nel paese elvetico per fare il pieno alla propria vettura (oppure, meglio ancora, in un paese extra doganale, come Livigno) può risparmiare molto. In Svizzera, ad esempio, c'è una differenza media di 40 centesimi al litro sulla benzina e di 20 centesimi al litro sul gasolio.

 

Il problema principale rimane in ogni caso inalterato: il costo della benzina è tanto, troppo alto, tanto che gli italiani stanno cominciando a preferire mezzi di trasporto alternativi all'auto privata, come quelli pubblici.

Altre News Correlate

Disoccupazione italiana, siamo ai massimi storici

La disoccupazione è un problema sempre più grande in zona ...

FMI: l'Italia a rischio di una stretta creditizia

Secondo il Fondo Monetario Internazionale il rischio per il nostro ...

Nella provincia di Lecce aumentano i prestiti alle imprese

Aumentano i prestiti alle imprese. E' questo uno studio compiuto ...

La BCE in un angolo?

La situazione della BCE è come quella di un boxer ...

Social lending, vantaggi e rischi

In seguito al fatto che, con la crisi economica, le ...

Provopoulos parla dell’UE e della crisi

Uno dei membri del consiglio direttivo della Banca centrale europea, ...

Cerca Finanziamenti

Terni, Vl. Turati, 26/Gh, 05100 Tel: 0744220510
Tarquinia, Via Tarconte, 7, 01016 Tel: 076685431
Sarno, Via Lavorate Centro, 1, 84087 Tel: 081950254
Roma, Piazzale Della Posta, 1, 00100 Tel: 065673213