Italia e disoccupazione, ecco lo specchio del 2013

Uno dei problemi maggiori legato alla crisi è sicuramente l'aumento della disoccupazione, soprattutto a livello giovanile. Solo nel 2012 c'è stato un aumento del numero di disoccupati di oltre 600.000 unità, un dato che porta ad oltre 2.700.000 le persone che non hanno un lavoro ma che sarebbero nell'età di farlo. In termini percentuali, il tasso di disoccupazione è del 10,6% per il nostro paese ma, quel che è peggio, è che le previsioni della CGIA di Mestre sono negative anche per il prossimo anno, durante il quale si dovrebbero perdere altri 250.000 posti di lavoro circa. Se effettivamente le previsioni fossero rispettate, significa che alla fine del 2013 il tasso di disoccupazione salirebbe all'11,5%.

La disoccupazione riguarda in maniera maggiore donne e stranieri e la crisi la sta facendo diventare una “piaga” di lungo periodo. Nel senso che quando si perde il posto di lavoro non si sa se e quando lo si potrà trovare di nuovo. Scendono anche i prestiti bancari che sono concessi alle famiglie, considerando anche che senza un lavoro non si avrebbero garanzie sufficienti per poterlo rimborsare. Sono inoltre aumentante le sofferenze, il che fotografa una situazione di sempre maggiore difficoltà per i nostri connazionali.

 

Nel corso del prossimo anno dovrebbe anche scendere il valore del PIL per un valore pari allo 0,5%, i consumi privati sono previsti in diminuzione dello 0,9% mentre quelli pubblici in calo dello 0,3%, infine ci saranno meno investimenti per un totale del 2% ed oltre.

 

Tra le più penalizzate dalla crisi sicuramente ci sono le piccole imprese, che in passato erano riuscite ad assorbire la crisi licenziando personale, mentre oggi hanno raggiunto il fondo e non riescono più a sopportare alcun urto.

 

Per poter far ripartire l'Italia serve una legge in grado di favorire la competitività delle nostre aziende, è solo questa la chiave del successo.

Altre News Correlate

In media servono 23 anni per poter acquistare una casa

Il mercato dei mutui è sicuramente uno di quelli che ...

Prestiti consolidamento e liquidità, richieste in salita

Secondo uno studio condotto da SuperMoney, azienda leader nella concessione ...

Torna il fondo di solidarietà

Torna attivo il Fondo di Solidarietà per i mutui sulla ...

Mutui italiani tra i più cari in Europa

I mutui del nostro paese sono tra quelli più tassati ...

Coldiretti: il costo della benzina è troppo alto

Secondo delle considerazioni che arrivano direttamente da Coldiretti, che ha ...

FMI, l’ammissione di colpa

Il Fondo Monetario Internazionale ha ammesso, in maniera involontaria, che ...

Cerca Finanziamenti

Noviglio, Via Giuseppe Verdi, 20082 Tel: 0290065096
Banchette, 57, Via Roma, 10010 Tel: 0125612652
Summonte, Via Borgo Nuovo, 83010 Tel: 0825691162
Bologna, Strada Maggiore, 47, 40125 Tel: 051306370