La Storia dell'usura in Italia

Il fenome dell'usura in Italia dal diritto romano ai tempi del capitalismo

storia usura in italiaL'usura, è un fenomeno storico che si è sviluppato nella società fin quando l'uomo ha iniziato a vivere in un contesto sociale ed a porsi in relazione con gli altri.

 

L'origine storica della parola usura, deriva dal termine latino usus, che nel diritto romano rappresentava l'attività che faceva percepire un compenso per l'uso del capitale altrui. Per questo tipo di attività, era necessario stipulare uno specifico contratto denominato la stipulatio usurarum.

 

Il diritto romano, già prevedeva pene pecuniarie molto pesanti, per coloro che esercitavano tassi d'interesse superiori ai tassi stabiliti per legge, oltre alla facoltà di dover restituire il quadruplo degli interessi illegittimamente percepiti.

 

Nel medioevo, la chiesa stabiliva il divieto assoluto del prestito oneroso, quindi di praticare interessi sui prestiti.

Il comportamento ostile della chiesa, era dovuto ai dettami morali che ponevano in contraddizione il prestito oneroso rispetto ai principi cristiani di solidarietà ed uguaglianza, per cui ritenevano che i prestiti onerosi aumentassero anche la diseguaglianza tra le classi sociali povere e quelle più abbienti.

 

Con lo sviluppo del capitalismo, la chiesa iniziò a distinguere il concetto di prestito oneroso concesso con il principio dell'interesse legale, e il concetto di usura ed interesse illecito.

 

L'usura, anche se è stata sempre combattuta e considerata un'attività illecita, non è sempre stata considerata un illecito penale.

 

Il reato di usura, è stato introdotto nel codice penale nel 1930, per poi essere aggiornato e riformulato nel corso degli anni.

 

Nonostante l'usura sia combattuta dalla legislazione penale, in Italia si è diffusa e radicata stabilmente nel territorio nazionale.

Uno dei motivi di questo radicamento, è anche dovuto alle regole rigide imposte dal sistema bancario, che hanno involontariamente incrementato il sistema criminale dell'usura, richiedendo garanzie immobiliari troppo grandi per la concessione di prestiti e finanziamenti, e costringendo gli imprenditori ed i comuni cittadini, a ricorrere al mercato clandestino dei prestiti, gestito dalla criminalità organizzata.

 

La criminalità organizzata, disponendo di grandi quantità di denaro liquido, frutto di attività illecite, quali traffico di stupefacenti, contrabbando, estorsioni, ecc.., questa caratteristica ha fatto dell'usura, uno dei punti di forza, soprattutto come attività per riciclare il denaro sporco, sfruttando le condizioni di necessità delle vittime, che vengono costrette a chiedere sempre nuovi prestiti per fare fronte ad interessi sempre maggiori.

Cerca Finanziamenti

Cunevo, 11/3, Via Menapace, 38010 Tel: 0461652118
Roma, Via Taranto, 19, 00182 Tel: 06772791
Noicattaro, Via Leonardo Da Vinci, 23, 70016 Tel: 0804783604
Bordano, 5, Via Venzone, 33010 Tel: 0432988288