Italia e disoccupazione, ecco lo specchio del 2013

Uno dei problemi maggiori legato alla crisi è sicuramente l'aumento della disoccupazione, soprattutto a livello giovanile. Solo nel 2012 c'è stato un aumento del numero di disoccupati di oltre 600.000 unità, un dato che porta ad oltre 2.700.000 le persone che non hanno un lavoro ma che sarebbero nell'età di farlo. In termini percentuali, il tasso di disoccupazione è del 10,6% per il nostro paese ma, quel che è peggio, è che le previsioni della CGIA di Mestre sono negative anche per il prossimo anno, durante il quale si dovrebbero perdere altri 250.000 posti di lavoro circa. Se effettivamente le previsioni fossero rispettate, significa che alla fine del 2013 il tasso di disoccupazione salirebbe all'11,5%.

La disoccupazione riguarda in maniera maggiore donne e stranieri e la crisi la sta facendo diventare una “piaga” di lungo periodo. Nel senso che quando si perde il posto di lavoro non si sa se e quando lo si potrà trovare di nuovo. Scendono anche i prestiti bancari che sono concessi alle famiglie, considerando anche che senza un lavoro non si avrebbero garanzie sufficienti per poterlo rimborsare. Sono inoltre aumentante le sofferenze, il che fotografa una situazione di sempre maggiore difficoltà per i nostri connazionali.

 

Nel corso del prossimo anno dovrebbe anche scendere il valore del PIL per un valore pari allo 0,5%, i consumi privati sono previsti in diminuzione dello 0,9% mentre quelli pubblici in calo dello 0,3%, infine ci saranno meno investimenti per un totale del 2% ed oltre.

 

Tra le più penalizzate dalla crisi sicuramente ci sono le piccole imprese, che in passato erano riuscite ad assorbire la crisi licenziando personale, mentre oggi hanno raggiunto il fondo e non riescono più a sopportare alcun urto.

 

Per poter far ripartire l'Italia serve una legge in grado di favorire la competitività delle nostre aziende, è solo questa la chiave del successo.

Altre News Correlate

Combattere i rincari con i prestiti on line

I prestiti on line, ovvero la possibilità di richiedere dei ...

Ecco cosa ci dicono le dimissioni di Monti

La crisi del debito europeo è da sempre in testa ...

Cipro tassa i depositi bancari

Non ci sono dubbi a questo proposito: la zona euro ...

Italia, la disoccupazione è il primo problema

La disoccupazione è uno dei maggiori problemi che occorre risolvere ...

Assicurazioni prestiti e mutui, troppo costose

Le assicurazioni prestiti e mutui sono soluzioni che danno una ...

Salgono le sofferenze bancarie, scendono le richieste di prestiti

Gli ultimi dati che arrivano dalla banca centrale italiana parlano ...

Cerca Finanziamenti

Maglie, Via Indipendenza, 9, 73024 Tel: 0836485828
Summonte, Via Borgo Nuovo, 83010 Tel: 0825691162
Aversa, V. Liberta', 179, 81031 Tel: 0818905757
Varzi, Piazza Umberto I, 1, 27057 Tel: 038352261