Guida e consigli per scegliere un Prestito Personale

Cose da valutare prima di scegliere e richiedere un Prestito Personale

guida prestitiCome scegliere un prestito personale?

 

Quando si deve scegliere tra più offerte di prestito, è bene considerare il costo complessivo di ogni offerta, senza limitarsi alla valutazione della sola rata mensile.

 

Purtroppo però ,non è un'operazione sempre resa agevole, in quanto le voci di spesa di un finanziamento possono essere molto numerose (interessi, spese accessori, spese di istruttoria, assicurazioni).

 

Le offerte di prestito e finanziamento personale, sono molte e varie, e la cosa migliore per decidere quale scegliere, è ricercare l'offerta adatta alle proprie esigenze e quella più conveniente.

 

Cosa valutare prima di richiedere un prestito personale?

 

- Confrontare più offerte di finanziamento, tramite il tasso TAEG proposto dalle offerte di prestito;

- Stimare il proprio reddito netto mensile, al netto delle spese fisse, in modo da poter pagare una rata mensile pari al massimo 30% del mio reddito disponibile mensile;

- Prima di effettuare la richiesta effettiva del prestito, procurarsi tutti i fogli informativi che indicazione tutte le condizioni economiche e clausole del prestito;

- Verifico che il tasso TAEG applicato sia il reale tasso, e che non sia un tasso usurario;

- Accertarsi di non essere presenti negli elenchi dei cattivi pagatori o protestati;

- Assicurarsi di poter disporre di tutta la documentazione necessaria per richiedere il prestito;

- Prima di firmare il contratto, richiedere una copia del contratto completo;

 

Quanto costo veramente il prestito personale?

 

Bisogna sempre ricordare che, il vero costo del prestito, non corrisponde solo al tasso d'interesse TAN, il tasso annuo nominale, ma invece il reale costo del prestito, è valutato dall'indicatore TAEG, cioè il tasso annuo effettivo globale.

Per legge le banche e le finanziarie, sono obbligate a riportare il TAEG anche nelle pubblicità.

 

Come funziona la fase di istruttoria del prestito personale?

 

La concessione del prestito, è sempre preceduta da una fase di valutazione del livello di reddito del richiedente e la possibilità, che ha quest'ultimo, a far fronte alle rate di rimborso del prestito.

 

Chiaramente, questa valutazione, non ha alcun significato morale, gli istituti di credito si limitano a stimare il livello di rischio connesso alla richiesta del prestito, valutando l'affidabilità creditizia del soggetto richiedente, anche sulla base dei dati forniti dalle centrali di rischio.

 

Se la storia creditizia del cliente richiedente, presenta qualche pecca, tipo insoluti o ritardi di pagamento, la probabilità che la richiesta venga accettata è più bassa.

 

Quali sono i rischi del prestito personale?

 

- Valutare bene tutti i costi e le spese complessivo del prestito, considerando il TAN il TAEG e tutte le spese accessorie e assicurative del prestito;

- Richiedendo un prestito in banca, si è costretti ad aprire un conto corrente presso la stessa banca, aggiungendo al costo del prestito anche il costo del conto corrente;

- Verificare bene, che tutte le informazioni indicate nei messaggi pubblicitari, siano realmente le condizioni applicate;

- Leggere sempre attentamente il contratto di finanziamento prima di firmarlo;

- Essendo il prestito personale un finanziamento a tasso fisso, esiste un rischio di tasso di interesse, perchè è impossibile beneficiare delle eventuali fluttuazioni dei tassi al ribasso;

- Si possono verificare aumenti di commissioni e spese a carico del cliente anche anche in una fase successiva.

Cerca Finanziamenti

Bracciano, Via Cavour, 1, 00062 Tel: 069984201
Matera, Via Venti Settembre 3, 75100 Tel: 0835240110
Verona, Via Cavallotti, 3, 37124 Tel: 0458303260
Cittadella, Viale Dell' Industria, 6, 35013 Tel: 0499404288